Ormai è da anni che si è a conoscenza dei benefici che porta l’attività fisica regolare e, in particolare, il  fitness.

Ci sono migliaia di studi scientifici che confermano questo e i mass media pubblicano continuamente articoli che trattano questo argomento.

Però, parlando con molte persone, ho constatato che la pratica è tutta un’altra cosa, infatti molti cominciano a fare fitness e attività fisica e subito presentano dolori infortuni, fastidi o non si sentono meglio rispetto quando hanno iniziato a mettersi in moto.

infortunio+ginocchio

Perché accade tutto ciò?

Semplicemente perché fare attività fisica di qualsiasi genere, anche quella apparentemente più semplice e innocua può creare delle problematiche fisiche se il corpo non è pronto o non è predisposto a quel tipo di attività specifica.

Allora come si può ovviare a tutto questo?

Adesso vedremo alcuni consigli e regole da tenere sempre presenti quando iniziamo a muoverci.

Trovati un bravo professionista.

Le   sono molto aumentate negli ultimi vent’anni grazie a una quantità di studi condotti, quindi trovare un professionista qualificato che lavori con coscienza è la prima cosa da fare: No al fai da te e, come dicevano i nostri avi, ad ognuno il suo mestiere.

Mettere in moto la macchina corporea,

Non è cosa da poco! Cominciare a muovere il proprio corpo non è una cosa così banale come sembra, anche una semplice camminata, una corsa o una nuotata possono dare dei problemi e accendere dolori “nuovi” o risvegliare quelli silenti.

Qual’è l’attività migliore da fare?

Molti mi chiedono cosa è meglio fare: pesi, corsa, ginnastica funzionale, nuoto, yoga… che cosa fa bene? Beh rispondo che non esiste un’attività migliore in assoluto ma la migliore è quella che può essere il meglio per te, questo dico sempre ai miei clienti e atleti.

Ognuno di noi è diverso, unico e con caratteristiche fisiche, morfologiche e costituzionali differenti con un suo vissuto diverso da quello di tutti gli altri, ed è per questo che ognuno deve fare la sua giusta attività motoria.

Conosci e ascolta il tuo corpo.

Sembrerà una banalita’ ma il tuo corpo ti dice che cosa gli fa bene e che cosa gli costa fatica fare. Allora io dico che è essenziale conoscere le proprie caratteristiche e ascoltare il corpo mentre si è in movimento.

Gradualità nei movimenti:

Sei stato 20 anni senza fare nulla vuoi concedere solo un paio di settimane al tuo corpo per rimettersi a posto? Beh lo sai, è sbagliato, ed è per questo che devi ricominciare facendo delle attività in modo graduale, graduale ma costante. Abituati al movimento gradualmente, ciò è fondamentale, e vedrai che il tuo corpo si riabitua senza stress e percepisce positivamente questo nuovi stimoli.

Quindi: buon lavoro!

 

call to action articolo

ARTICOLI CORRELATI

Condividi
     Academia Chinesiologica ® 2018

info@academiachinesiologica.it    

   

Privacy Policy

Cookie Policy